Untitled Document

ÔÈßÉ ÇáÈÕÑÉ ãäÈÑ ÇáÚÑÇÞ ÇáÍÑ ÇáËÇÆÑ
print
RIASSUNTO del bollettino del 8 Dicembre 2007
www.albasrah.net
 

 

Sabato 8 Dicembre 2007

 

Provincia di al-Anbar:

 

Ar-Rutbah.    

 

·        Bomba stradale anonima, evidentemente non destinata a pattuglie ne’ americane ne’ fantoccio, esplode casualmente Sabato mattina nel quartiere al-Intisar di ar-Rutbah vicino al confine giordano, estremo Irak occidentale, circa 160 chilometri da Baghdad, uccidendo un ragazzo e ferendone un altro.

 

Baghdad.  

 

·        Armati assalgono in imboscata Sabato sera nella Via as-Sa’dun di Baghdad una macchina con a bordo membri dell’Ufficio Investigazioni Pubbliche del “Ministero dell’Interno” fantoccio. L’agenzia Yaqen ha appreso da una fonte informativa nella polizia fantoccio che uno degli “investigatori” e’ rimasto ucciso e un altro ferito.

 

·        Bomba stradale della Resistenza esplode Sabato pomeriggio presso una pattuglia della polizia fantoccio nel suburbio ad-Durah di Baghdad sud. Da un’altra fonte informativa nella polizia fantoccio la Yaqen ha saputo che la bomba ha ucciso un agente e ne ha feriti cinque.

 

·        Altri infelici assassinati a Baghdad. La Yaqen ha informato Sabato sera che la polizia fantoccio ha annunciato di aver raccolto nelle ultime 24 ore per le strade della capitale i cadaveri di altre tre vittime, due nel settore al-Karakh e l’altro a Baghdad est.

 

·        In dispaccio di Sabato pomeriggio la Yaqen ha riferito che nella notte fra Venerdi’ e Sabato una bomba ha sventrato nel settore an-Nu‘maniyah  di Baghdad la casa di ‘Uday Hamid, un ben noto capo della milizia settaria e sciita Jaysh al-Mahdi. La Yaqen ha saputo dalla polizia fantoccio che l’esplosione ha distrutto la casa ed ha ucciso nel sonno Hamid, sua moglie, e i loro due figli. Mancano altri dettagli ne’ si immagina chi abbia messo la bomba.

 

·        Altra bomba stradale della Resistenza esplode Sabato presso una pattuglia americana nel settore al-Bunuk di Baghdad. La Yaqen ha appreso la notte da una fonte informativa nella polizia fantoccio solamente che la bomba ha danneggiato un automezzo militare americano e che gli americani hanno immediatamente isolato la zona dello scoppio per non far trapelare notizie sulle loro perdite. Fino al momento del rapporto, ancora nessun comunicato americano in merito.

 

·        Terza bomba stradale della Resistenza esplode Sabato a Baghdad presso una pattuglia delle “unita’ d’urto” [Maghawir] del “Ministero dell’Interno” fantoccio nel distretto di al-Harithiyah. Due soldati feriti e danni materiali.

 

Provincia di Salah ad-Din:  

 

Bayji.

 

·          Autobomba anonima esplode Sabato mattina presto a Bayji nord, 200 chilometri a nord di Baghdad, vicino alla stazione della polizia fantoccio di 600 Dar, e nei pressi della casa del colonnello ‘Ali Shakir, funzionario delle unita’ “antiterroriste” della citta’.

 

In dispaccio del pomeriggio la Yaqen ha riferito che si parla di una cinquantina di persone fra morte e ferite, fra le quali almeno otto morti e circa 40 feriti, di 15 case danneggiate, e di almeno 11 macchine distrutte.

 

Provincia di Diyala:  

 

Al-Miqdadiyah.

 

·        La Yaqen ha riferito Sabato notte che nella giornata un aereo americano ha colpito una casa della zona al-Jazirah a nord di al-Miqdadiyah, 85 chilometri a nordest di Baghdad. Il capitano ‘Amir as-Sa’di della locale polizia fantoccio ha detto all’agenzia che l’aereo ha ucciso sette membri della organizzazione al-Qa’idah, fra i quali i due importanti comandanti di essa  ‘Imad Mari e Husayn ‘Ali.

 

Ba‘qubah.

 

·        La Yaqen ha anche informato Sabato notte che uomini della polizia fantoccio e di quella tribale dei cosiddetti comitati popolari collaborazionisti del Risveglio di Diyala hanno lanciato Sabato, spalleggiati dagli americani, un’offensiva militare contro uomini armati nelle zone Zaghaniyah e as-Sadah di Ba‘qubah nord, 65 chilometri a nordest di Baghdad.

 

L’agenzia ha saputo dal tenente Nuri ‘Abbas della polizia locale che le forze del regime fantoccio hanno attaccato con molti veicoli militari posizioni di questi armati nel nord della citta’, con violente sparatorie dalle due parti. Mancano tuttavia notizie sulle vittime perche’ le forze attaccanti hanno isolato la zona.     

 

Provincia di Ninwa:  

 

Al-Ba‘aj.

 

·        In dispaccio di Sabato pomeriggio la Yaqen ha riferito che ad al-Mawsil, 140 chilometri a sudest di Baghdad, contingenti collaborazionisti tribali del cosiddetto Risveglio di Ninwa si sono scontrati durante la notte fra Venerdi’ e Sabato con combattenti armati presso l’antica base militare irachena vicino al-Ba’aj nell’Irak del nord, circa 140 chilometri a sudovest di al-Mawsil, a sua volta 420 chilometri a nordovest di Baghdad.

 

La Yaqen ha saputo dal maggiore Yunus ‘Abd Rabbuh dell’esercito fantoccio che i collaborazionisti tribali hanno attaccato in un vecchio aerodromo gli armati suddetti, ritenuti appartenere a quella organizzazione Stato Islamico dell’Irak che fa parte di al-Qa’idah, e pare che ne abbiano uccisi e feriti parecchi.

 

La battaglia ha infuriato durante la notte per cinque ore filate con armamento leggero, medio e pesante, e si dice che gli uomini di al-Qa’idah disponessero di un armamento assai piu’ moderno ed efficiente di quello dei collaborazionisti. Dopo lo scontro, pero’, essi si sono ritirati con le loro armi in remote regioni ove i collaborazionisti tribali filoamericani non potevano seguirli.

 

Al-Mawsil.  

 

·        La Yaqen ha ulteriormente reso noto Sabato notte di aver saputo da Hisham al-Hamdani, presidente del “Consiglio Provinciale di Ninwa”, che ad al-Mawsil verra’ scavata l’anno prossimo una trincea che circondera’ completamente la citta’, allo scopo di contenere gli attacchi della Resistenza contro gli americani e i loro alleati del regime fantoccio.

 

L’agenzia ha appreso che la decisione di scavarla e’ stata presa alla unanimita’ nell’ultima seduta del “Consiglio”, e che i fondi necessari verranno inclusi nel prossimo bilancio regionale di “sviluppo” del 2008. Secondo il progetto, con la trincea tutte le entrate e le uscite della citta’ avverranno attraverso posti di blocco controllati da soldati americani e del regime.

 

·        In dispaccio di Sabato la Yaqen ha comunicato che degli armati hanno assalito in imboscata sulla statale fra al-Mawsil e Rabi’ah vicino al confine iraniano una colonna di vetture con a bordo una importante personalita’ tribale, e cioe’ uno dei capi della organizzazione collaborazionista del cosiddetto Risveglio di Ninwa, lo sceicco Jabbar Khalaf al-Jarba, capo della tribu’ Shamar.

 

La Yaqen ha aggiunto che polizia fantoccio ha dichiarato che lo sceicco Jabbar Khalaf al-Jarba e’ stato ucciso, e con lui sono stati uccisi cinque dei suoi uomini.

 

http://www.albasrah.net/moqawama/iraqiresistancereport_italian.htm
http://www.albasrah.net/moqawama/english/iraqi_resistance.htm
print